.
Annunci online

eugualemcalquadrato


Diario


23 maggio 2019

Dimora storica

Castello di Pyrgi



 

                                  Una giornata dedicata alla cultura; visita al Castello di Santa Severa, località marina al Nord di Roma.

   

                                Pyrgi.

"Storia

Nello stesso sito del Castello di Santa Severa, al limite meridionale della frazione, sorgeva già nell'età del Bronzo un villaggio costiero, testimoniato da alcuni ritrovamenti ceramici. Successivamente nell'area si sviluppò l'importante abitato etrusco di Pyrgi, che fu il porto principale di Caere (l'odierna Cerveteri, da cui dista 13 km) ed uno tra i più importanti scali marittimi di tutta l'Etruria. Frequentata da mercanti greci e fenici, Pyrgi fu sede di un celebre santuario sacro alla dea Uni (assimilata alla fenicia Astarte). La città è citata da Virgilio nell'Eneide.

Sul sito dell'antico porto etrusco fu impiantata nel 264 a.C. una colonia romana, fortificata da maestose mura "ciclopiche" ancora in parte conservate.

Nel corso dell'alto medioevo si sviluppò sulle rovine della cittadina romana un piccolo borgo medievale affiancato da un castello dell'XI secolo prospiciente il mare. Nel 1068 il cavaliere normanno Gerardo di Galeria[1] donava la chiesa e il castello di Santa Severa all'abbazia di Farfa che poi li cedette ai confratelli di San Paolo. Le famiglie nobili dei Tiniosi e dei Bonaventura lo contesero per decenni finché nel 1482 Papa Sisto IV non lo donò al Pio Istituto Santo Spirito.

Il centro balneare di Santa Severa si sviluppò negli anni trenta come residenza estiva di numerosi gerarchi fascisti. Le abitazioni costruite facevano parte della "Cooperativa 28 Ottobre". All'inizio si contavano pochissime case, tutte ville unifamiliari; successivamente, durante gli anni settanta, venne costruita anche la località più a nord della frazione oggi denominata "Grottini", in riferimento alla costa rocciosa ivi sottostante.

Nella seconda metà degli anni sessanta il Pio Istituto di Santo Spirito, all'epoca proprietario del Castello di Santa Severa, ne ordinò la ristrutturazione. I lavori furono diretti da Riccardo Medici e vennero ultimati nel 1970[2].


"















permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 23/5/2019 alle 4:10 | Versione per la stampa


18 maggio 2019

Resort

Cane di lusso

 

                      Gaia gradisce il soggiorno nel Resort di casa nostra; sonnellino pomeridiano compreso.


                       E' viziata? Sì, ma è un cane di lusso - nonché campionessa (Eccellente!) - e se lo può permettere. 




 




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 18/5/2019 alle 16:24 | Versione per la stampa


10 maggio 2019

Attesa (bis)

L'ora del rientro





                              Tardo pomeriggio dei giorni feriali, rientra al domicilio, dal lavoro, il tutore - persona che l'ha prelevata dal canile/allevamento ed ha scelto di trovarsi così una vera "padrona" - di Gaia ed essa si mette sul ballatoio della scala esterna ad attenderlo.

                        Guarda verso il cancello carrabile dell'ingresso al box ed esprime così tutto il suo affetto; in attesa di scodinzolare e fare le feste alla persona che ha scelto come "capo branco".

                              Ad ognuno di noi in famiglia dispensa "dolcezza", differentemente a seconda dei nostri ruoli nei suoi riguardi; ma con Dario è vero "amore"!












permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 10/5/2019 alle 5:0 | Versione per la stampa


5 maggio 2019

Attesa

L'ora del pranzo

 

                       Quando si avvicina l'ora del pranzo di mezzogiorno Gaia, la nostra padroncina, si siede sul portico laterale, davanti alla porta della cucina ed aspetta paziente mentre noi le prepariamo il vitto, riscaldandolo, per come già confezionato in anticipo. Tutto cotto, non crocchette; ha lo Chef personale!

                      Il suo orologio biologico la comanda a bacchetta - mattina, mezzogiorno e sera -,,  l'orario  - minuto più, minuto meno - deve essere rispettato e, quando chiudiamo la porta, rimane sul tappetino esterno fiduciosa. Se l'operazione si prolunga, allora protesta.











permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 5/5/2019 alle 4:20 | Versione per la stampa


1 maggio 2019

Ben arrivato!

Maggio






                                Il mese delle rose e degli ... asini!

                                La prima sbocciata nel nostro giardino, colta di primo mattino bagnata dalla rugiada.








permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 1/5/2019 alle 4:10 | Versione per la stampa


28 aprile 2019

Pianta aromatica

Rosmarino

 

 

                       Bellissima, fiorita e prepotente; pianta del nostro giardino che mi ricorda i costoni della terra natìa - Calabria - dove cresce spontanea e rigogliosa a disposizione del viandante che ne apprezza le proprietà; in cucina e non solo.

                           Le api, durante le ore della giornata, la circondano e ne apprezzano il nettare, facendone incetta.

 

da Internet:

"

Il rosmarino (Rosmarinus officinalis L., 1753) è una pianta perenne aromatica appartenente alla famiglia delle Lamiaceae.[1]

Originario dell'Europa, Asia e Africa, è ora spontaneo nell'area mediterranea nelle zone litoranee, garighe, macchia mediterranea, dirupi sassosi e assolati dell'entroterra, dal livello del mare fino alla zona collinare, ma si è acclimatato anche nella zona dei laghi prealpini e nella Pianura Padana nei luoghi sassosi e collinari ...

"







permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 28/4/2019 alle 4:40 | Versione per la stampa


24 aprile 2019

Nomen omen

Gaia





                           Mai nome fu scelto più appropriato (gàio agg.  ... – 1. a. Allegro, festevole; che esprime, negli atti, un’interiore letizia e serenità. ...).

                              La sua presenza, vicinanza, mi fa dimenticare molti affanni quotidiani; lunghe passeggiate, quale dog sitter, e molta parte della giornata - spesso anche a dormire da noi - con essa accanto di giorno e di notte nella sua cesta; praticamente la nostra ombra. Non disdegna, per i sonnellini che predilige, la poltrona, il divano, appositamente preparati per lo scopo, ed uno dei tappeti; quando non in giardino al sole o sul portico.

                                  La consorte, che già aveva appresso un canaccio (io), ora può verificare le differenze con un essere vivente "dolcissimo", affettuosissimo, ...; insomma, io ci rimetto al confronto!

                                     Per inciso, è una Campionessa; primo posto ed Eccellente ad una esposizione canina. Nonno Lucrezio, Giudice Cinofilo che ora vaga chissà dove, seguendo tutti i cani che ha allevato ed hanno accompagnato nell'attività venatoria e nelle Mostre di Bellezza e Competizioni di Caccia Pratica dove primeggiavano,  ne sarebbe orgoglioso.







                               
(9 aprile 2019)   


                        












(9 aprile 2019)


Gaia il 23 aprile 2019 (ieri)




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 24/4/2019 alle 4:30 | Versione per la stampa


21 aprile 2019

Festività

Pasqua 2019

 

 

                     Chi frequenta questo Blog, tenendomi compagnia, pur se i commenti oramai non si possono più inserire, quindi oggi silente e da tempo, sa benissimo che non ho Fede; ma la festa è festa, anche in ricordo dei giorni di stop quando studente e per i dolciumi tipici del luogo natìo, sguta in primis!

                    Auguro serene festività ai visitatori del sito con i fiori del nostro giardino che mi hanno valso il titolo, tanto agognato, di alluce - aspirante pollice - verde.

                   Tutti i lavori si iniziano dal basso, tranne quello di scavare una buca!




 

P.S.:

Auguri speciali a Maria Antonietta (Fiordistella) ed a Diana (Grandmere), frequentatrici dei miei "pensieri" elettronici con le quali ci scambiamo - anche - frecciatine via mail; stanti i commenti silenti.




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 21/4/2019 alle 4:10 | Versione per la stampa


18 aprile 2019

Relatività

Buchi neri

   




                  Mi spiace per il Prof. Zichichi il quale sembra l'abbia presa a male, a leggere le sue dichiarazioni sull'argomento Buchi Neri; ma ogni aggiornamento scientifico e conferma su basi certe non può che dare ragione e ragioni all'intuito ed alla Scienza del grande Albert; nello specifico.

                          Quando ho avviato il Blog, che curo dal novembre 2006, innamorato della relatività, non potevo che titolarlo e=mc2. Non è difesa d'Ufficio, non ne ho le capacità scientifiche, ma è ovvio che tutto è relativo rispetto alla velocità della Luce, unico assoluto e termine di paragone. Non è corretto dichiarare, solamente, che "tutto è relativo", senza riferirsi al termine di paragone - velocità della Luce - che rende valida l'affermazione iniziale; di Relatività

                          Se ne faccia una ragione il professore in parola, ed i credenti di tutte le Fedi, quasi tutto è relativo e di Einstein c'è stato uno ed uno solo - almeno fino ad oggi -; assoluto!

Estratto dalle dichiarazione dello scienziato nostrano:

"
"Non è una scoperta"
Il celebre fisico Antonio Zichichi, intervenuto a Un Giorno da Pecora, su Rai Radio1, si è espresso in questi termini: "Il progresso nasce dagli esperimenti che possiamo fare nei nostri laboratori. Dei buchi neri non sappiamo cosa farcene. Perché è ovvio che doveva esser così, non è affatto una scoperta. È la foto di una cosa che doveva esistere". Sul concetto di "scoperta" vale la pena di chiarire: i risultati dell'Event horizon telescope hanno di fatto confermato quello che i calcoli teorici, derivati dalle formule della Relatività di Einstein, predicevano. Anche le onde gravitazionali erano predette dalla teoria, ma questo non ha sminuito la portata dei risultati quando sono state rilevate per la prima volta, che hanno significatoil Nobel per chi li ha confermati.

È la prima volta che "vediamo" l'orizzonte degli eventi, cioè quello che possiamo osservare di un buco nero. Non erano mai state fatte prima misure in un ambiente così estremo per verificare la teoria di Einstein. Addirittura, fino a quando non siamo riusciti a sbirciare fino a quel confine, non avevamo una prova diretta così "intima" della sua esistenza: "Il buco nero è un modello matematico - conclude Guidetti - e ora finalmente abbiamo confermato con delle misure quello che, al momento, conosciamo con la teoria. Verranno misure più precise e magari si andrà oltre". Potremmo scoprire, aumentando la sensibilità e la risoluzione delle osservazioni, che la Relatività in effetti dopo un po' si ferma, che non riesce a spiegare tutto e servirà una piccola o grande rivoluzione, una nuova Fisica, per spiegare le nuove misure. Ma ancora le formule del caro vecchio Albert ci bastano. In sostanza, questa "foto" ci dice che Einstein aveva di nuovo ragione.
".



  • Risultato immagine per albert einstein teoria della relatività





permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 18/4/2019 alle 4:10 | Versione per la stampa


14 aprile 2019

Considerazioni di Legge

Giustizia?





                               La Legge è fatta per i fessi e la Giustizia si "distrae" spesso; del resto ha gli occhi bendati!

                                   La recente assoluzione in Cassazione di un Primo cittadino accusato di peculato - utilizzo di fondi pubblici per scopi non istituzionali (riassumo per brevità) con cene non pertinenti, per la partecipazione dei commensali al desco, in linea con il ruolo ricoperto - è la prova provata che la Magistratura non fa dormire sonni tranquilli ai cittadini onesti.

                          Assolto in Primo Grado, condannato in Appello e definitivamente assolto in Cassazione perché il fatto non sussiste! Vuol dire che le cene non sono state consumate? Che a tutti i convivi hanno partecipato persone con motivazioni pubbliche, anche di rappresentanza? ...

                                     Qualcuno ha sbagliato; o l'ospite, indagato e portato sul banco degli imputati, o i sigg Giudici;  in uno o due gradi di giudizio. 

                                       Osservo, sommessamente, che, quando ho ricoperto ruoli tecnici per incarico politico, per l'Azienda, non ho mai usufruito di "entrate" per spese di qualsiasi natura relative al compito assegnatomi; allorché dirigente sindacale, utilizzavo i mezzi pubblici per gli spostamenti e "giustificavo" ogni minima spesa - qualche telefonata per attività connessa e non altro - con tanto di elencazione e motivazione della stessa. Le spese per spostamenti fuori sede (Riunioni, Congressi,  Assemblee, ecc...) erano sostenute in uno con i restanti colleghi (biglietti e spese cumulative!) e non ho mai voluto maneggiare direttamente denaro. Tra i cinque dell'Organo di Coordinamento, con anche mandato di firmare/giustificare - a due firme - le spese dei restanti Rappresentanti delle Unità Produttive di pertinenza, prima di trasmetterle per la rifusione delle medesime, ho invero, su pressione di un altro collega, che mi ha invitato a ciò per non creare "casus belli", una minima spesa che un sindacalista aveva sostenuto presso la sede sportiva del Cral per una cenetta con due amici. Cifra ridicola, ma il vulnus c'era!

                                            Mi dichiaro colpevole, ma so di cosa scrivo e cosa voglio intendere con questo post.

da Il Messaggero:
"
"
da Il fatto Quotidiano:
"
 ...
Le accuse – La vicenda giudiziaria riguardava 56 cene effettuate nei 28 mesi svolti da sindaco della Capitale per un totale di 12mila e 700 euro. Tutti appuntamenti che Marino ha saldato utilizzando la carta di credito che gli era stata rilasciata dal Campidoglio. Nel capo di imputazione del processo di primo grado la Procura gli contestava di essersi, nel periodo 2013-2015, appropriato “ripetutamente della dotazione finanziaria dell’ente” utilizzando la carta di credito per “acquistare servizi di ristorazione nell’interesse suo, dei suoi congiunti e di altre persone non identificate”. Quando il caso deflagrò Marino decise di restituire alla casse comunali circa ventimila euro attraverso una donazione.
"



Visualizza immagine di origine                             

                                   




permalink | inviato da eugualemcalquadrato il 14/4/2019 alle 4:20 | Versione per la stampa
sfoglia     aprile       
 
 




blog letto 1 volte
Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom

COSE VARIE

Indice ultime cose
Il mio profilo

RUBRICHE

Diario

VAI A VEDERE

ale
esperia
fiore
fiordistella
fulmini
garbo
grandmere
il bokkaglio
paoletta
piccoleonde
scalpo
valigetta
Beppe Grillo
Quicalabria


La sua famosa equazione dimostra come L’energia E e la massa m di un corpo non siano indipendenti. Possiamo calcolare l’una a partire dall’altra moltiplicando o dividendo per un fattore c², dove c è la velocità della luce nel vuoto. In altre parole la massa e la luce sono convertibili tra di loro, come gli euro con i dollari, ma al contrario delle monete il tasso di cambio tra energia e massa è fisso.

CERCA